Video-podcast

Come funzionano le organizzaizoni senza capi?

Sono organizzazioni che hanno adottato una logica open mettendo al centro tre aspetti fondamentali: sostenere e favorire comunità di pari sia interne che esterne all'organizzazione (comunità che come un organismo vivente si basano su processi di auto-organizzazione), ispirare ed ingaggiare le proprie persone diminuendo l'impatto dei modelli comando-controllo e consentendo alla soggettività dei singoli di incidere sull'organizzazione; ed infine sono aziende in cui i capi sono accessibili e basano le proprie relazioni su autenticità e trasparenza.

Le persone sono naturalmente motivate!

Qual è allora la leadership "giusta" per fare emergere queste energie e consentire alle persone di auto-organizzarsi? E' una leadership che chiarisce visione ed aspettative ma soprattutto che dichiara con trasparenza quali sono le regole del gioco, le regole di ingaggio; che sa fare un passo indietro e "spresidiare " consentendo alle persone di riconoscersi.

Fallire è fondamentale per innovare.

La capacità di tollerare l'errore e di dare senso a ciò che lo ha prodotto è una delle caratteristiche fondamentali della Open Leadesrhip. Ma lo sono anche la capacità di muoversi su due diversi codici quello verticale (caratterizzato dal dualismo comando-controllo) ma anche e soprattutto quello orizzontale, ovvero quello dei pari, dei fratelli da cui si apprende e con quali ci si confronta. Favorire quindi il crearsi di comunità di pari che coinvolgano sia l'interno che le'esterno dell'organizzazione è un aspetto della Open Leadesrhip tanto importante quanto quello di saper s-presidiare e permettere alle persone di auto-organizzarsi. Cosa fa il capo in tutto questo? Definisce chiaramente le regole del gioco, agisce con etica e trasparenza, dunque è accessibile.