coaching for openness

COME FARE CRESCERE LE PERSONE IN UNA AZIENDA CHE CAMBIA

CREANDO NUOVE ENERGIE

______________________________________________________________________________________

COSA: Formazione, Mentoring, certificazione delle competenze

AZIENDA
Grande azienda multinazionale del settore FOOD

RICHIESTA
“Nella nostra azienda sono fondamentali i talenti per aumentare la capacità competitiva dell’impresa. Vogliamo che i nostri capi intermedi sviluppino le competenze di coaching per allevare i talenti. Tali competenze al termine del percorso devono essere riconosciute formalmente.”

SOLUZIONE
Attività di consulenza che ha affiancato uno specialista delle Risorse Umane dell’azienda nella progettazione di un corso di formazione sulla tecnica del coaching (coerente con il modello adottato dalla capo gruppo). Il coaching come mezzo per liberare i talenti dei collaboratori, valorizzando le potenzialità e liberando le risorse che rimarrebbero altrimenti latenti, nella tradizionale relazione comando e controllo.

Il corso di due giornate è stato gestito in aula dallo specialista interno. Ad esso è seguita una fase di mentoring in cui lo specialista ha svolto la supervisione dei colleghi nell’esercizio di questa nuova modalità di relazione con i loro collaboratori. Dopo cinque settimane in una conversazione telefonica il manager svolge un colloquio di valutazione telefonico con la consulenza. Attraverso la tecnica dell’Action GameÒ il consulente interpreta un coachee dal profilo (narrativo e psicologico) standardizzato, nei confronti del quale il manager deve impostare la tecnica base di coaching appresa nel corso. Nella seconda parte del colloquio, il consulente valuta la prestazione sulla base di una check list concordata e restituisce l’esito finale.

RISULTATO
I manager coinvolti nel progetto hanno compreso il senso di quest’azione di sviluppo organizzativo rispetto alla strategia contemporanea dell’organizzazione.

La modalità di conduzione del corso, l’azione di mentoring e la modalità inclusiva di valutazione finale ha restituito il senso di caring e di progettualità dell’impresa sulle proprie risorse.